Marialucia Lorefice

Ispica

 38 anni

Titolo di studio:

Professione: Altra professione

   

Curriculum Vitae

Marialucia Lorefice, nata il 08/07/1980, a Modica (Rg), nazionalità italiana.

MAIL: marialucialorefice@gmail.com 

ESPERIENZA PROFESSIONALE: 

-2013-2017 Portavoce M5S presso la Camera dei Deputati, membro della commissione Affari sociali (con una fase da capogruppo), membro e capogruppo della commissione monocamerale d'inchiesta sul Sistema di Accoglienza, di Identificazione ed Espulsione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti e sulle risorse pubbliche impegnate;

-2009-2012 lezioni post-scolastiche studenti di scuola elementare, media e superiore;

ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

-2001 corso di laurea in "Lettere moderne" con indirizzo storico-artistico-musicologico-dello spettacolo, facoltà Lettere e Filosofia di catania. Laureanda;

-1994-1999 diploma di maturità linguistica (87/100), presso il liceo classico statale "G.Curcio" di Ispica.

Buona conoscenza orale e scritta delle lingue inglese (certificato e attestato di due corsi in lingua inglese) e francese. Conoscenza base, sia orale che scritta, della lingua tedesca.

Buone competenze relazionali acquisite durante l'esperienza di volontariato per bambini di famiglie disagiate; buone competenze relazionali e comunicative acquisite durante gli anni di attivismo col M5S e come Portavoce alla camera dei Deputati (XVII legislatura); capacità di lavorare in situazioni di stress e a contatto con il pubblico; buone competenze organizzative maturate durante l'esperienza parlamentare e durante la precedente esperienza lavorativa; capacità di coordinare il lavoro tra collaboratori; capacità di lavorare autonomamente e in gruppo, in situazioni in cui è indispensabile la collaborazione tra figure diverse; capacità di elaborare atti legislativi in seguito all'esperienza parlamentare.

Conoscenza del pacchetto Office, capacità navigare su internet, buone competenze digitali.   


  

 

Dichiarazione di intenti

Il M5S è un movimento che ha permesso a tantissime persone di tornare a credere nella politica, quella fatta bene e per il bene dei cittadini. Ha risvegliato le coscienze, ci ha fatto sentire parte di un progetto del quale ognuno può essere protagonista e nel quale ognuno può dare il proprio contributo di tempo, di idee. É una rivoluzione, pacifica, che ha come obiettivo la tutela dei diritti dei cittadini, diritti, troppo spesso calpestati, e che in questi anni abbiamo difeso dentro e fuori le istituzioni. Questi anni in Parlamento ci hanno permesso di essere ancora più coscienti dei problemi del nostro Paese, al quale servono riforme vere. L'obiettivo principale rimane il reddito di cittadinanza, strumento che dà dignità alla persona, non assistenzialismo, ma strumento per reinserirla nel mondo del lavoro. Adesso si avvicina un momento importante, quello delle imminenti elezioni nazionali, il M5S si presenta ai cittadini con un programma di governo chiaro, realizzato in questi anni di attività nelle istituzioni e col contributo di cittadini ed esperti. Mi sono messa a disposizione, per questo secondo ed ultimo mandato. Vorrei portare avanti le tematiche delle quali mi sono occupata in questi anni (per esempio, quella del sangue infetto, dell'endometriosi, dell'autismo e cyberbullismo, quella dell'immigrazione) che ho avuto modo di approfondire grazie ai cittadini che ho ascoltato, coi quali ho collaborato e al servizio dei quali mi sono messa. Ho cercato di lavorare con impegno e costanza, con dedizione, sempre. Ho cercato di dare il mio contributo positivo al Paese con la speranza di poter lasciare qualcosa di migliore ai nostri giovani e a chi verrà. Mi auguro che questo messaggio sia arrivato, di esser stata utile e all'altezza del grande compito che mi fu affidato nel 2013 e di essere la dimostrazione che il cittadino può entrare nelle istituzioni e condurre un'attività politica trasparente e dedita al bene comune.

Esperienze politiche

-candidata per il MoVimento 5 Stelle alle elezioni della regione siciliana nel 2012, nella lista della provincia di Ragusa;


-Portavoce del MoVimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati nella XVII legislatura, membro della Commissione Affari sociali (sanità e politiche sociali, per un periodo in qualità di capogruppo), membro e capogruppo della commissione monocamerale d'inchiesta sul Sistema di Accoglienza, di Identificazione ed Espulsione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti e sulle risorse pubbliche impegnate.

Curriculum attivista

Inizio l'attivismo nel 2012 con il meetup di Ispica (Rg),col quale avviamo varie iniziative: dai gazebo informativi all'operazione fiato sul collo presso il consiglio comunale cittadino, dagli incontri periodici alle attività di recupero delle aree abbandonate e degradate, dalla collaborazione con gli altri meetup alle raccolte firme, e ancora la sottoscrizione di petizioni,collaborazioni con associazioni, attività incentrate su politiche locali e che ci hanno permesso di sensibilizzare sul concetto di politica attiva e di far conoscere il progetto M5S. Nel 2012 sono stata tra le candidate della provincia di Ragusa alle elezioni regionali siciliane. Partecipai attivamente alla campagna elettorale per far conoscere il programma, affrontando soprattutto il tema del lavoro, con rifermento alle PMI. Sono stata ricandidata alle elezioni nazionali del 2013. Anche durante quella campagna elettorale partecipai ai tantissimi momenti di confronto cittadini. Fui eletta portavoce del M5S alla Camera dei Deputati. Il M5S entrava finalmente in Parlamento. Sono stati 5 anni di importantissime battaglie dentro e fuori dal Parlamento, anni in cui abbiamo difeso esclusivamente gli interessi dei cittadini, la costituzione italiana, la democrazia, e durante i quali abbiamo costruito un programma di governo. In Parlamento mi sono occupata soprattutto di sanità, politiche sociali ed immigrazione, mi sono fatta carico delle problematiche segnalate dai cittadini e le ho trasformate in atti parlamentari, ho cercato di dar loro risposte. Ho collaboratori coi portavoce regionali e comunali. Fuori dal parlamento, ho dato supporto alle varie campagne elettorali, ho partecipato alle iniziative, agli incontri pubblici tematici o di semplice confronto, ho continuato il mio attivismo e ho cercato di non far mai venir meno la mia presenza, il contatto costante coi cittadini.