Carla Ruocco

Roma

 45 anni

Titolo di studio: laurea e abilitazione dottore commercialista

Professione: Funzionario

    

Curriculum Vitae

Studi:1991:maturità classica presso il liceo ‘Umberto I’ di Napoli, voto di maturità: 60/60 1996:laurea in Economia e Commercio, piano di studio ‘Amministrativo pubblico’ Voto di Laurea 110/110, lode e menzione speciale per la carriera 1997:supera la selezione del master in Economia della Pubblica Amministrazione, per la formazione di manager pubblici, frequentando il primo semestre e sostenendone i relativi esami 2000: si abilita per la professione di Dottore Commercialista Esperienze professionali: 1997/1999: in società di revisione e certificazione di bilancio, effettua la revisione contabile per imprese operanti in diversi settori, tra cui: Bancario, Amministrativo pubblico, Internazionale 1999/2004: società farmaceutica nel ruolo di controller (reportistica mensile) 2004: in Agenzia delle Entrate consegue l’idoneità per svolgere il ruolo di funzionario per internal auditing Dal 2004: consegue idoneità di funzionario tributario, presso Agenzia delle Entrate, la Direzione Centrale Accertamento. Fa parte della segreteria tecnica del Direttore Centrale, approfondendo lo studio di problematiche giuridiche attinenti l’ambito fiscale; presso l’ufficio Direttive, fornisce attività di consulenza in materia di imposte dirette ed indirette, e supporto alla stesura di circolari e direttive. Collabora presso l’Ufficio Imprese Minori e Lavoratori Autonomi, supportando l’analisi del rischio di evasione. E’inoltre, referente a livello centrale per il supporto tecnico-giuridico e il monitoraggio e la formazione attinente alla collaborazione dei comuni all’accertamento fiscale (ex. D.L. 78/2010). Nel frattempo sostiene corsi specialistici tra cui: corso di IVA base, (votazione 30/30 e lode), nonché IVA specialistica (con esami finali: votazioni 30 con lode e 30/30). Lingue: Inglese ottimo, francese discreto Tempo libero: Lettura, teatro, scrittura. Attività di giornalismo. Durante il periodo di studi ha svolto attività di animazione per feste di bambini e teatrini con marionette

Dichiarazione di intenti

Ci aspetta un 2018 molto impegnativo, IL MOVIMENTO 5 STELLE È LA PRIMA FORZA POLITICA DEL PAESE con già un programma e un candidato Presidente del Consiglio. Sarà mio impegno continuare la battaglia dentro la Commissione d’Inchiesta sulle Banche, chiedendo che venga immediatamente ricostituita.  Siamo riusciti a mettere in luce le pressioni della Boschi in favore di Banca Etruria. Gentiloni ha tirato un sospiro di sollievo alla sua chiusura; segno che c’è evidentemente ancora molto da scoprire.  Il M5S guarda al futuro, con il rilancio dell’occupazione e guerra alla povertà, con il Reddito di Cittadinanza. Sarà mio impegno combattere la disoccupazione giovanile con misure fiscali, formative, formazione scolastica e universitaria. Abbiamo un programma di Governo a cui avete partecipato con oltre un milione di voti online.  Siamo gli unici che rifiutano soldi pubblici grazie al sostegno economico dei cittadini, piccole donazioni che ci permettono di essere privi di condizionamenti delle lobby. Sarà mio impegno difendere il Made in Italy, ridare competitività alle piccole e medie imprese, con azioni fiscali ed economiche con agevolazioni al credito e alla semplificazione fiscale. Ci accusano di essere degli incompetenti e gente che non ha mai lavorato nella vita, il mio curriculum lo smentisce. Loro, i competenti sono quelli della Legge Fornero, del Salvabance, del Jobs act, della Buona Scuola. Noi siamo il futuro, la nuova idea di politica e società, dall’altra parte vediamo solo favori alle banche, alle multinazionali e al potere finanziario speculativo mondiale. In questi 5 anni abbiamo mostrato che è possibile un’altra idea di Paese, l’idea di Italia che vogliamo realizzare. Ci aspettano due mesi fondamentali e ogni portavoce, ogni attivista, ogni sostenitore deve impegnarsi al massimo per cogliere questa occasione irripetibile. IL MIO IMPEGNO DA VOSTRA PORTAVOCE SARÀ REALIZZARE L’ITALIA CHE VOGLIAMO.

Esperienze politiche

Ho iniziato con il Meetup di Napoli 10 anni fa, proseguendo poi a Roma. Dal 2013 in Parlamento mi sono concentrata sulla materia fiscale, mettendo a frutto le mie competenze maturate in venti anni di lavoro a contatto con imprese e società. Non solo. Mi sono occupata di Banche, di tutela del pubblico risparmio, di mettere in trasparenza la gestione delle finanze pubbliche e di enti locali soprattutto laddove caratterizzate dall’utilizzo di complesse operazioni in prodotti derivati.

Ho presentato quindi 330 atti come prima firmataria su complessivi 4740 atti parlamentari tutti tesi a migliorare il funzionamento del nostro Sistema Paese. I principali sono:

-       Tutela delle piccole imprese. Potenziamento del regime forfettario per le piccole partite IVA portando da 30 a 40 mila euro il fatturato massimo annuale per accedere al beneficio e riducendo dal 78 al 60% il coefficiente di imponibilità.

-       Semplificazione del fisco. Riduzione degli adempimenti fiscali e contabili eliminando di conseguenza quelli inutili e costosi come spesometro, liquidazioni e registri IVA, limiti alle compensazioni di imposte, lungaggini nei rimborsi di imposta. Meno dichiarazioni, meno scadenze, meno errori.

-       Statuto del Contribuente. Più garanzie per tutti i contribuenti e più certezza del diritto attraverso l’inserimento in Costituzione dello Statuto del Contribuente. In questo modo, si garantisce maggiore chiarezza nella normativa fiscale: mai più norme dell’ultimo minuto, con importi indefinite e sanzioni inutilmente vessatorie.

-       Rilancio del rapporto banca-impresa. Riabilitazione delle imprese che hanno difficoltà nei pagamenti consentendo alle stesse di abbattere il debito ed allinearlo al valore del credito svalutato della banca.

Queste ed altre proposte non hanno purtroppo visto la luce in quanto portate dalla minoranza. Sono però state tutte riprese nel programma del Movimento 5 Stelle e quindi scelte da voi come prioritarie. Ora è il momento di metterle in atto andando al Governo.

Curriculum attivista

10 anni fa un gruppo di amici di Beppe Grillo si vedeva nei posti più disparati e si incontrava sulle piattaforme dei meet-up per avviare il cambiamento del nostro Paese.

Ne abbiamo fatta di strada con un'unica stella polare anzi 5 stelle e occuparci così dei problemi dell’Italia e del futuro degli italiani.

Come vicepresidente della Commissione Finanze, membro della Commissione di controllo sull’anagrafe tributaria e della Commissione d’inchiesta sulle banche ho messo più di una volta alle corde i potenti di questo Paese, i Ministri pro-tempore e gli euroburocrati che hanno un unico mandato: affossare l’Italia. Non potevo infatti sopportare di vedere decine di famiglie affamate dalla Fornero mentre le banche d’affari e le società avvoltoio sguazzavano nei soldi rubati all’erario e alle nostre società. Vedere le nostre banche dare i soldi dei correntisti e delle persone perbene a persone permale come ha fatto la famiglia Boschi, vedere che il conflitto di interessi esiste solo quando fa comodo. Vedere miliardi di euro buttati dal Tesoro italiano ogni anno nei derivati.

Non ci potevo stare e non ci sono stata, i miei amici del Movimento in Parlamento anche e soprattutto voi, la nostra linfa vitale, che non ci state a questo gioco al massacro. Il popolo in cui Beppe e Gianroberto, fino a che è stato con noi, hanno creduto.

Mi conoscete. Ho battuto il territorio palmo a palmo con il PMI Tour e non per propaganda ma per raccogliere le vostre idee per proposte di legge e organizzare meglio l’avvio del Micro-credito che è diventata una realtà per tante nuove imprese. Non solo. Ricordate tutti gli sportelli anti-equitalia, una realtà vicino ai cittadini e lontana dai potenti.

Ora vi chiedo di darmi la possibilità di continuare anzi di rincarare la dose tornando in Parlamento da maggioranza e mettere ordine in questo bailamme.

Sapete che saprò farlo con dignità e onore come la Costituzione prescrive per chi ha prestato giuramento sulla nostra Bandiera.