4 x 5 = 5 x 4 : incentiviamo il Part Time

Incentivare il Part Time per aumentare l'occupazione e far ripartire i consumi

Proponente:
Marco Raisi
Villa Poma

 44 anni
Professione: Impiegato
Obiettivo:
Considerando una settimana lavorativa di 5 giorni, si tratterebbe di incentivare il Part Time verticale proponendo un giorno lavorativo in meno a 4 persone in cambio dell'assunzione di una nuova persona, sempre a Part Time x 4 giorni
Descrizione:
Il titolo della legge è molto chiaro: 4 persone x 5 giorni producono 20 giornate complessive. Le stesse giornate vengono prodotte da 5 persone che lavorano per 4 giorni.L'idea (che comunque non è particolarmente brillante, mi rendo conto) nasce dalla semplice osservazione: molte persone sono particolarmente stanche di sopportare i carichi di lavoro che le aziende impongono e si rendono disponibili a ridurre il proprio stipendio pur di lavorare un giorno in meno, giorno da dedicare ai propri interessi, alla famiglia e quant'altro. Per contro le aziende sono mal disposte nei confronti del Part Time e per questo vanno incentivate. Lascio a chi è più esperto di me considerare i termini degli incentivi da proporre alle aziende.Il lato "negativo" della legge sarebbe la riduzione dello stipendio del lavoratore che aderisce al Part Time verticale, ma essendo un'adesione su base volontaria non credo che ci siano particolari ripercussioni negative. Il lato 'positivo' di questa legge sarebbe l'incremento dell'occupazione stabile (se il Part Time che entra viene licenziato dopo l'eventuale termine delle agevolazioni, l'azienda deve restituire quanto non dovuto), la ridistribuzione del reddito e quindi la ripartenza dei consumi e/o dei risparmi.
Stato della legislazione:
Non sono in grado di dare conto delle leggi che riguardano la materia.La mia vuole solo essere un'idea, uno spunto di riflessione su quello che, secondo me, ha messo in crisi il 'sistema famiglia' italiano e la perdita di valori: chi lavora (spesso troppo) non ha tempo da dedicare alla famiglia (i rapporti tra marito e moglie si deteriorano), ai figli (lasciati spesso allo sbando, in mezzo alla strada, come prede di cattive compagnie ecc...), ai propri interessi (insoddisfazione personale, depressione, svaghi veloci tipo slot machine che portano a dipendenza, ricerca di metodi per mantenere ritmi insostenibili ricorrendo anche a sostanze stupefacenti ecc...)
Comparazione:
Non saprei... è frutto di riflessioni di un ristretto gruppo di persone.
Esperienza:
Lavoro presso un Istituto di Credito nel settore amministrativo con un contratto a tempo indeterminato. Le esperienze indicate sopra raccolgono le considerazioni di colleghi che 'venderebbero parte del loro stipendio per avere più tempo per se stessi'. La risorsa tempo (libero) è impagabile.