ACCESSO LIBERO ED APERTO ALLA PRODUZIONE PUBBLICA SCIENTIFICA STATALE

docenti di ruolo degli atenei devono mettere gratuitamente su Interne le loro pubblicazioni statali

Proponente:
Damiano Orru
Ariccia

 40 anni
Professione: Dipendente pubblico
Titolo di studio: Master MIDA Tor Vergata
Obiettivo:
creare una norma che imponga la copia digitale (libera e gratuita per tutti i contribuenti italiani) di libri, articoli, paper, studi, statistiche finanziati con fondi statali integralmente, quindi di proprieta' di tutti i cittadini italiani
Descrizione:
__articolo 1 si impone che tutte le pubblicazioni di docenti afferenti ad uno piu' atenei statali, depositino nei repository di ateneo una copia DIGITALE INTEGRALE di materiali didattici, monografie, articoli di riviste, paper, studi, statistiche. __articolo 2 il deposito sara' curato dal sistema informativo dell'ateneo senza aggravio di costi __articolo 3 ogni cittadino tramite l'identificazion SPID potra' consultare gratuitamente tutto
Stato della legislazione:
alcune universita' hanno adottato questa filosofia open access (accesso aperto alla conoscenza scientifica) mettendolo nello statuto di ateneo, ma esistono solo principi incentivanti senza obbligo per i professori univeristari Decreto Legge dell'8 agosto 2013, è stata approvata definitivamente dalla Camera il 3 ottobre 2013 e convertita con modificazioni dalla Legge 7 ottobre 2013, n. 112. Il testo della norma, già contenuto nel decreto “valore cultura”, è stato formulato nella sua versione definitiva a seguito di vari emendamenti presentati in Senato (interventi che ne hanno peggiorato l’impianto originario, in particolare in merito al periodo di embargo degli articoli, allontanandolo dalle raccomandazioni europee).
Comparazione:
solo in olanda http://bfp.sp.unipi.it/aisa/open-access-e-copyright-importante-modifica-nella-legge-olandese/
Esperienza:
sono bibliotecario informatico presso ateneo pubblico romano @orrudamiano