Defiscalizzazione tassa di circolazione e riduzione pedaggi autostradali per i motocicli.

Incentivazione dell'utilizzo dei ciclomotori a supporto di una migliore circolazione stradale

Proponente:
Fabrizio Potocco
Roma

 55 anni
Professione: Impiegato
Obiettivo:
1)l'eliminazione del bollo per i ciclomotori al di sotto dei 250cc,si introduce uno stimolo ad utilizzare le due ruote a supporto del miglioramento della mobilità urbana 2)la riduzione del 50% del pedaggio sana una ingiusta parità di tassazione per i ciclomotori equiparati alle autovetture
Descrizione:
Con la presente legge si ritengono esenti dal pagamento della tassa di circolazione tutti i ciclomotori di cilindrata uguale o inferiore ai 250cc immatricolati nei comuni capoluogo di provincia a supporto della mobilità urbana. La stessa legge, inoltre, impone a tutti i gestori della rete autostradale del territorio italiano di ridurre i pedaggi in corso e futuri del 50% per le categorie dei motocicli dotati di dispositivo Telepass, in quanto gli stessi oltre ad un evidente consumo inferiore delle strutture autostradali non godono di alcuni servizi come Isoradio, a supporto del conducente.
Stato della legislazione:
Il Codice della Strada - approvato con Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n.285.
Comparazione:
In Francia il pedaggio Parigi-Lione (453 km) costa 33 euro per le auto e 20 per le moto, In Italia, su una tratta equivalente come la Firenze–Napoli (468 km), una moto di piccola cubatura paga quanto una vettura di grossa cilindrata: 33 euro.
Esperienza:
Sul tema ci sono da tempo diverse iniziative delle associazioni motociclistiche italiane , supportate da diversi organi di stampa.