Formazione e Selezione del personale, per ruoli socialmente delicati

PREVENIRE è meglio che CURARE

Proponente:
Giorgio Piazzi
Concorezzo

 39 anni
Professione: Impiegato
Obiettivo:
Formare e selezionare personale adeguato, per ruoli socialmente delicati. Ad Esempio: maestre di asili nido, materne, elementari, oppure operatori socio assistenziali, infermieri, ottengano l'abilitazione al mestiere dopo valutazioni caratteriali e sociali.
Descrizione:
In netto contrasto con l'attuale propaganda 'più telecamere per tutti nei luoghi di lavoro', propongo una più accurata formazione e selezione del personale, nonchè una più stretta valutazione e responsabilità di controllo dei direttori o presidi delle strutture. L'utilizzo delle telecamere come deterrente, implica comunque la possibilità che si verifichino gli atti criminali, causando il danno alle vittime. Inoltre ha l'effetto di DELEGARE la responsabilità della selezione del personale. Difatti il direttore/preside potrà assumere chiunque, con la consapevolezza che qualsiasi cosa succeda, sarà la magistratura a decidere del comportamento del dipendente. La mia proposta è di inserire l'obbligatorietà di esami di abilitazione che diano parere positivo o negativo sulla capacità o meno del candidato di sopportare l'ambiente di lavoro nella sua particolarità (gestire infanti, bambini, malati), mantenendo l'equilibrio comportamentale che più si addice alla situazione. Per ingannare una telecamera è sufficiente posizionarsi dove non si è inquadrati. A meno di sorvegliare qualsiasi locale esistente compresi Bagni, spogliatoi, sottotetti, cantine, magazzini, OVUNQUE.
Stato della legislazione:
Mi spiace non conosco la legislazione corrente, a parte che in questi particolari tipi di lavoro troppe volte si arriva tardi nel capire che una persona non è adatta a quel lavoro. La responsabilità di uno stato è di PREVENIRE il compiersi di certe situazioni al meglio delle possibilità disponibili. Gli eventi criminali, oltre che ad essere condannati, dovrebbero servire da stimolo ad alzare la guardia sulla prevenzione. NON solo sul condannare il fatto per poi dimenticarlo.
Comparazione:
Mi spiace, non ho idea se esistano leggi in proposito.
Esperienza:
La mia esperienza, mi dice che per risolvere un problema, bisogna porsi le giuste domande. DOMANDA: Come posso evitare che domani un dipendente che ha la responsabilità della tutela di bambini o disabili, arrivi al punto di avere comportamenti spiacevoli verso chi dovrebbe assistere? Quali sono le caratteristiche caratteriali che dovrebbe avere un dipendente per lavorare in questo ambiente, mantenendo la retta via? Come faccio ad arrivare a selezionare per questi lavori solo il personale migliore? Quali strumenti di controllo posso concedere al datore di lavoro per assicurarsi che il dipendente si comporti come si conviene? Quali strumenti posso dare al datore di lavoro per intervenire se necessario? (ad esempio cambio di ruolo contrattuale, unilaterale, demansionamento)