Istituzione graduatoria unica nazionale per il test di specializzazione di medicina

Graduatoria unica nazionale per test di specializzazione di medicina

Proponente:
yuri merli
Tavoleto

 26 anni
Professione: Studente
Titolo di studio: Liceo Scientifico
Obiettivo:
Creare un sistema più equo che consenta ai neolaureati di seguire la propria aspirazione e di non perdere inutilmente borse di studio a causa di rinunce e attese per i ripescaggi.
Descrizione:
Istituzione di un unico test nazionale, modello Spagna e Francia, uguale per tutti. I risultati andranno a comporre una graduatoria unica nazionale che determina l'ordine di scelta del posto in specialistica. Vale a dire che vengono chiamati i primi 100 che scelgono in ordine la specialistica e la sede in cui vogliono farla,poi dal 100 al 200 che scelgono tra quello che rimane e cosi via. Procedura che potrebbe essere fatta anche on-line. In questo modo si semplifica e si e sicuri, anche per quelli arrivati non tra i primi, di fare la scelta che più si confa alle proprie esigenze (scegliere di spostarsi pur di fare la specialistica preferita o rimanere vicino alla famiglia scegliendo una specialistica meno gradita). Superamento inoltre della frammentazione delle sedi di esame, con istituzione di alcune macro-sedi dove possa elevarsi il livello di monitoraggio (es: napoli - bologna - milano).
Stato della legislazione:
Attualmente il concorrente deve indicare precedentemente tre opzioni di specialistica, in ordine di preferenza e le relative sedi, in tutta italia, in cui ipoteticamente accetterebbe. Il test e suddiviso in 3 parti e questo fa si che si ottengano punteggi differenti per ogni specialistica che si sceglie. Una volta fatto il test si creano delle graduatorie specifiche per ogni specialità e in base a un complicato sistema di incroci delle preferenze viene assegnato il posto che si è eventualmente ottenuto. A questo punto si può accettare o rimanere in attesa per ottenere posti migliori impegnando quindi borse che rischiano di essere perse nella maggior parte dei casi. Inoltre la frammentazione delle sedi dei test , all'incirca una per provincia, favorisce scandali, già avvenuti in passato, di intere sezioni non controllate in cui i punteggi risultano altissimi ed equivalenti tra i concorrenti.
Comparazione:
Seguire il modello spagnolo sarebbe perfetto. Semplice, equo e accettato da tutti come un metodo che funziona.
Esperienza:
Sono un giovane medico.che si trova a che fare con sistemi che sembrano favorire in tutti i modi il baronato e vogliono complicare in tutti i modi cose che potrebbero essere fatte in maniera molto semplice.