obbligatorietà azione di rivalsa per penali pagate da enti pubblici a seguito di azioni scorrette di dipendenti pubblici

gli enti pubblici devono recuperare le penalizzazioni pagate per azioni scorrette dei dipendenti

Proponente:
francesco antonietti
Pomezia

 67 anni
Professione: Pensionato
Titolo di studio: laurea
Obiettivo:
si verifica frequentemente che enti pubblici siano condannati a risarcimenti verso cittadini per azioni scorrette o illegali dei dipendenti. Molto rari sono invece le rivalse nei confronti di tali dipendenti ed ancora che non corrono alcun rischio reale e possono continuare ad operare impunemente.
Descrizione:
Qualora un ente pubblico sia condannato al pagamento di un risarcimento verso una persona fisica o giuridica e tale risarcimento sia conseguenza di un'azione scorretta od illegale di uno o più dipendenti, l'ente ha l'obbligo di procedere all'azione di rivalsa verso i dipendenti in questione. Tale azione di rivalsa dovrà essere per l'intero ammontare del risarcimento che l'ente è stato condannato a pagare e dovrà essere obbligatoriamente attivato in sede legale entre e non oltre 30 giorni dalla sentenza di condanna ed a cura del diregente responsabile. Qulora tale termine non fosse rispettato, l'azione di rivalsa dovrà essere attivata a carico dello stesso dirigente responsabile inadempiente.
Stato della legislazione:
non ho tale informazione
Comparazione:
non ne ho idea
Esperienza:
attualemente pensionato; in passato dirigente eni