Servizio militare di leva

Riattivazione del servizio militare di leva obbligatorio

Proponente:
Antonio Petruzziello
Pratola Serra

 59 anni
Professione: Pensionato
Titolo di studio: Diploma
Obiettivo:
Riattivazione del servizio militare di leva obbligatorio avente lo scopo della formazione dei nostri giovani, per arricchire il loro bagaglio culturale e munirli di specializzazioni utili ai fini dei loro percorsi futuri di vita e lavoro.
Descrizione:
Premessochecon la Legge 23 Agosto 2004 nr. 226 è statosospesoilservizio militare dilevaechein questi 12 anni di prova i risultati ottenuti sono stati a dir poco disastrosi sotto ogni punto di vista,ai fini della formazione dei nostrigiovani,si propone,con la seguente legge,direistituire il servizio militare di leva obbligatorio in maniera più soft rispetto al precedentesistemadi leva. Art.1-E' riattivato il servizio militare di leva obbligatorio per gli uomini e facoltativo per le donne ed è abrogata ogni norma che ne ha previsto la sospensione Art.2-Il servizio militare di leva obbligatorio, avrà la durata di mesi sei, di cui, un mese sarà dedicato al periodo di addestramento (C.A.R.) ed i rimanenti 5 mesi saranno dedicati a servizi sul territorio nazionale in concorso con le altre Forze Militari volontarie e professionali nonchè di supporto alle Forze di Polizia per i servizidi prevenzione reati ed antiterrorismo. Su base volontaria,i militari di leva potranno anche essere impiegati in brevi missioni fuori area, di supporto alle forze militari professionali. Art.3-Almeno 45 giorni, dei totali sei mesi saranno dedicati alla formazione mediante corsi di specializzazione a scelta, nei vari campi ritenuti piu' utili ai fini del loro inserimento nel mondo del lavoro. Art.4-I militari di leva avranno dirittoad una diaria pari al 50% di quella spettante dai militari professionali. Art.5-Almeno ogni 5 anni i militari, saranno richiamati in servizio dietro corresponsione di diaria vigente, per due settimane, per essere aggiornati sulle nuove tecnologie, nuovi sistemi d'arma, nonchè tutto quello che riguarda il campo militare, conservando il loro posto dilavoro Art.6-Ai predetti militari, è data facoltà di transitare, previo superamento di prove fisiche e visite mediche nel ruolo dei militari professionali. Art.7-Sono reistituiti i ruoli degli Agenti e Carabinieri Ausiliari nelle varie Forze di Polizia ad ordinamento civile e militare secondo la previgente normativa.
Stato della legislazione:
Non risulta alcuna legislazione in materia.
Comparazione:
Nella maggioranza degli stati europei ed in particolare allo stato elvetico.
Esperienza:
Diretta.