Sui propri contributi sociali

Libertà di destinazione dei propri contributi sociali

Proponente:
Giancarlo Donato
Roma

 44 anni
Professione: Impiegato
Titolo di studio: diploma laurea
Pagine personali
Obiettivo:
Lasciare libera scelta al cittadino su quale fondo pensione debbano andare i propri contributi e quindi svincolare il cittadino dall'obbligo di essere legato all'INPS.
Descrizione:
Ogni cittadino dipendende deve comunicare al proprio datore di lavoro il proprio fondo, per cui, come funziona ora per il TFR, il datore di lavoro, in qualità di sostituto di imposta, versa i contributi dello stesso nel fondo indicato dal dipendente stesso.
Stato della legislazione:
Attualmente vi è l'obbligo di versare all'INPS, ente pubblico.
Comparazione:
Così è in US
Esperienza:
Visto che il nostro sistema è contributivo, deve essere libero, il cittadino, di poter disporre dei propri contributi. Per il discorso della sussidiarietà, cioè di coloro che non riescono ad accumulare per arrivare alla pensione minima, interviene lo stato sociale.