Togliere la pensione di reversibilità ai vedovi-e che convivono ma non si risposano.

Spesso i vedovi-e trovano un altro compagno-a ma non si sposano per non perdere la pensione.

Proponente:
Elettra Vidili
Sindia

 64 anni
Professione: Disoccupato
Obiettivo:
Questi vedovi-e possono essere lavoratori o pensionati e così avrebbero tre entrate sicure alla faccia di chi non ha ancora la pensione che gli è stata bloccata dalla legge Fornero. I soldi risparmiati sarebbero più utili a chi ha una pensione minima e campare pure i figli che sono senza lavoro.
Descrizione:
Togliere la pensione di reversibilità a chi non ne ha più diritto e usare i soldi recuperati per i bisognosi, i disoccupati, chi ha avuto la pensione bloccata dalla legge Fornero pur avendo i requisiti. Tra questi i lavoratori che potrebbero lasciare il lavoro ai giovani e i disoccupati di lungo corso che non sanno come camparsi; senza dimenticare chi ha le pensioni minime e non riesce manco a curarsi.
Stato della legislazione:
Non mi sembra di aver sentito questa proposta da nessuno in parlamento. Probabilmente è una cosa che tutti sanno e fanno finta di non sapere...
Comparazione:
Di qualche altro paese so solo che quando due divorziano; il coniuge che ha iniziato a passare gli alimenti alla moglie lo dovrà fare per tutta la vita. Mi sembra che da noi col divorzio cessi questo beneficio e mi sembra più giusto così. Per quanto riguarda la mia proposta non so niente.
Esperienza:
Non essendo stata sposata, posso solo riportare esperienze altrui e abitando in un piccolo centro tutti sanno. Se passasse come legge permetterebbe a molti di vivere, non solo di sopravvivere.