Open Candidature

Nata nel Febbraio 2019 in vista delle Elezioni Europee del 2019, Open Candidature è la funzione che consente agli iscritti del MoVimento 5 Stelle di presentare liberamente e autonomamente la propria candidatura prima di un appuntamento elettorale.

Open Candidature
La funzione per avanzare la propria proposta di candidatura alle elezioni Regionali, Politiche ed Europee
La funzione per avanzare la propria proposta di candidatura alle elezioni Regionali, Politiche ed Europee

L’iscritto, compilando il proprio Profilo Attivista e indicando le proprie esperienze politiche, come attivista, ma accademiche e professionali ha infatti la possibilità di avanzare la propria proposta di candidatura alle elezioni regionali, politiche ed europee alle quali il MoVimento 5 Stelle concorre.

Open Candidature utilizza un particolare sistema di selezione: il Sistema Meriti.

Ogni iscritto ha la possibilità di segnalare all’interno del proprio Profilo Attivista, oltre alla propria area di competenza (Agricoltura e Pesca; Ambiente ed Energia; Economia; Esteri ed Unione Europea; Giustizia ed affari istituzionali; Imprese; Innovazione; Istruzione, ricerca e cultura; Lavoro e Famiglia; Sanità; Sicurezza; Trasporti e Infrastrutture) e altre competenze specifiche, anche una serie di attività che possono essere tradotte in “meriti” quali l’essere stato rappresentante di lista per il MoVimento 5 Stelle, l’aver utilizzato attivamente alcuni delle funzioni della piattaforma Rousseau, l’essere in possesso di un titolo di laurea triennale o superiore, l’avere una buona padronanza della lingua inglese, l’aver partecipato a un Open Day o ad un Villaggio Rousseau, l’aver ricevuto premi e onorificenze speciali, avere una competenza professionale di particolare pregio o, ancora, essere stato portavoce per il MoVimento 5 Stelle.

Ogni merito posseduto dall’iscritto viene mostrato sul suo profilo sotto forma di indicatore grafico.

Al momento delle votazioni online per la selezione dei candidati che andranno a comporre la lista definitiva da presentare alle elezioni, gli aspiranti candidati vengono ordinati in ordine decrescente in base ai meriti posseduti: più meriti ha, più in alto l’iscritto verrà visualizzato dagli altri iscritti nella lista dei candidati.

Utilizzando questo sistema durante le elezioni europee di Maggio 2019 i risultati sono stati estremamente positivi. Al primo turno di votazioni circa 2600 iscritti hanno avanzato la propria proposta di candidatura per diventare europarlamentare. Di questi il 70% possedeva un titolo di laurea, 1 su 6 un dottorato di ricerca, il 53% aveva una conoscenza approfondita della lingua inglese e il 14.35% erano donne. Andando avanti con la votazione, al secondo turno, i candidati rimasti erano 200, di cui l’82% possedeva un titolo di laurea, 1 su 5 un dottorato e il 70% aveva una conoscenza approfondita della lingua inglese, con una crescita delle candidate donne al 34%. Al terzo turno, con una lista definitiva di 76 candidati in tutta Italia, il 93% era laureato e la maggioranza assoluta dei candidati pari al 51.3% era al femminile, risultando la lista con il maggior numero di candidati laureati in Italia e la più giovane con un’età media di 43 anni.

A partire da Luglio 2020 è iniziato un processo di revisione del Sistema Meriti. Durante il Villaggio Rousseau del 25 e 26 Luglio nel corso di una sessione dedicata al Level Up - Sistema Meriti è stato chiesto agli iscritti quali fossero i punti di forza di un efficace sistema di selezione dei candidati, quali fossero gli attuali meriti considerati più importanti e rappresentativi e, soprattutto, su quali meriti bisognerebbe concentrarsi in futuro al momento della selezione dei futuri candidati del MoVimento 5 Stelle.

Facendo tesoro delle risposte indicate dagli iscritti, il nuovo Sistema Meriti nascerà da un processo di condivisione di idee ed esperienze durante il quale gli iscritti potranno confrontarsi sulle modalità migliori e più idonee per selezionare dal basso la classe pensante del MoVimento 5 Stelle.